Dimensione testo notizia A A A
7 giugno 2010A cura di:Giorgio Piccitto

I giovani maschi e il sesso, perfetti semisconosciuti

Giovani maschi e il sesso perfetti semisconosciuti I giovani maschi e il sesso, perfetti semisconosciutiRoma, 07 giugno 2010. Sono stati presentati oggi a Roma i risultati di uno studio condotto dal Dipartimento di Fisiopatologia medica della università La Sapienza, avente come tema «Giovani maschi e l’amore». Il rapporto è stato realizzato nell’ambito della campagna di informazione e prevenzione «Amico Andrologo» promossa dal ministero della Salute. Sono stati raccolti 10124 questionari ed effettuate 3310 visite.

L’indagine si è svolta tra gli studenti maggiorenni frequentanti licei e istituti tecnici di Lazio, Veneto, Campania, Toscana, Marche e Puglia, e sono emersi dati piuttosto preoccupanti. Colpisce innanzitutto l’ignoranza in materia, la scarsa importanza attribuita a prevenzione e contraccezione, e i forti pregiudizi. Le principali fonti d’informazione sono costituite dagli amici per un 64,4%, dalla televisione e internet per il 45,5%.

Il 43% non ha mai avuto rapporti sessuali, del restante 57%, il 61% non utilizza contraccettivi e il 42% non si protegge durante i rapporti. Più della metà (il 57%) ha avuto il primo rapporto a 16 anni. Le visite mediche condotte hanno permesso di riscontrare che il 57% dei giovani è affetto da patologie e infiammazioni dei genitali, tra le più comuni rientrano il varicocele sinistro (26%), un 16% ha entrambi i testicoli più piccoli del normale, il 3,8% è affetto da varicocele destro. Le malformazioni genitali come fimosi e parafimosi colpiscono l’8%, il 4,3% presenta una curvatura anomala del pene, il 6,4% è affetto da dolori provocati da patologie infettive, infiammatorie o meccaniche in corso.

I ragazzi italiani crescono in altezza, la media si attesta sul metro e 79 centimetri, un 16% è in sovrappeso, il 3% è obeso, mentre il 4% tende all’anoressia. La loro energia è prevalentemente concentrata nell’appartenenza al gruppo, nella cura dell’aspetto fisico e negli abusi. Risulta infatti che il 45,6% ha fumato, che il 34,8% fuma alla soglia dei 18 anni; di questi, il 75,3% quotidianamente. La prima sigaretta a 13 anni per il 23,6%, a 14 anni il 45,7% e a 15 il 67,9%. Il 46,5%, ha provato sostanze stupefacenti. Spicca la marijuana, provata dal 44,6%, seguita dal popper per il 13,5% (a 16 anni la prima volta), la cocaina (l’8,3%), allucinogeni il 4,9% (dai 17 anni), ecstasy il 3,9% (dai 16 anni), LSD e acidi il 3,4% (dai 17 anni), anfetamine il 2,9% (dai 16,9 anni in poi) ed eroina lo 0,9% (la prima volta a 17 anni).

Alessandra Maiorano

Amici a quattro zampe in cerca d'amore Da sempre interessato alla tematica animalista, NN prova da qualche tempo a porsi come punto di raccordo tra i lodevoli volontari che si occupano di cani abbandonati e le persone che vogliono (e, soprattutto, possono) adottare un piccolo amico.

Per questo motivo, vi suggeriamo di visitare la nostro pagina Amici a quattro zampe: qui, potrete vedere un elenco (costantemente aggiornato) di cani che necessitano di una casa in cui vivere e dell'affetto di qualche anima pia.

Sperando possiate essere voi, l'anima pia in questione. =)

Mediagallery

Close
Supporta NewNotizie.it
Cliccando sui seguenti pulsanti ci aiuterai a crescere e frattanto potrai sempre rimanere aggiornato con le nostre news!


Twitter


Facebook


Google+