Dimensione testo notizia A A A
14 ottobre 2011A cura di:admin

Esordi, conferme, documentari e Scorsese: così Rai Cinema al Festival di Roma

Martin Scorsese 294x295 Esordi, conferme, documentari e Scorsese: così Rai Cinema al Festival di RomaFestival di Roma – “Anche al Festival del Film di Roma Rai Cinema sarà presente con una variegata e corposa offerta di film che abbiamo contribuito a realizzare – dice l’amministratore delegato Paolo Del Brocco – Sedici titoli in totale, dai film di grandi registi come Giuliano Montaldo e Roberto Faenza alle opere degli esordienti come Pippo Mezzapesa, Marina Spada, Ivan Cotroneo e Roan Johnson; dai primi magici minuti del nuovo film in 3D di Martin Scorsese ai tanti documentari che confermano la nostra attenzione ai temi del presente”. Tre i film in Concorso: Il mio domani di Marina Spada; Il paese delle spose infelici di Pippo Mezzapesa e La kryptonite nella borsa di Ivan Cotroneo saranno in gara durante il Festival, che si svolgerà presso l’Auditorium Parco della Musica di Roma dal 27 ottobre al 4 novembre.

Fuori concorso due titoli molto attesi: L’industriale di Giuliano Montaldo e Un giorno questo dolore ti sarà utile di Roberto Faenza. Nella Selezione Ufficiale – Alice nella città saranno presentati 20 minuti del nuovo film di Martin Scorsese La straordinaria invenzione di Hugo Cabret realizzato in 3D. Come Eventi speciali l’opera prima di Roan Johnson I primi della lista e Tormenti il film disegnato di Filiberto Scarpelli. Nella sezione Risonanze il film La strada di Paolo di Salvatore Nocita.

Molto nutrita è infine la lista dei documentari selezionati nella sezione Extra: nel Concorso Grazia e furore di Heidi Rizzo e The Dark Side of the Sun di Carlo Shalom Hintermann; Fuori Concorso Io non sono io. Romeo, Giulietta e gli altri di Paolo Santolini insieme a Case Chiuse di Filippo Soldi. All’interno di Off Doc: Antonio + Silvana = 2 di Vanni Gandolfo, Simone Aleandri e Luca Onorati, Ho visto cose di Chiara Pacilli e Maurizio Tedesco. E in pre-apertura del Festival Noi c’eravamo di Antonello Sarno.

R. D. B.