Dimensione testo notizia A A A
21 febbraio 2012A cura di:admin

Ocse, Pil area in frenata: +0,1% nel 4° trimestre 2011

Ocse2 294x173 Ocse, Pil area in frenata: +0,1% nel 4° trimestre 2011Battuta d’arresto nel quarto trimestre 2011 per il Pil dei Paesi Ocse. Negli ultimi tre mesi dell’anno scorso la crescita é stata appena dello 0,1% contro il +0,6% dei tre mesi precedenti. Rispetto allo stesso trimestre del 2010 il Prodotto interno lordo dell’intera area è cresciuto dell’1,3%, mentre nell’intero 2011 l’economia ha fatto segnare un +1,8%: una decisa battuta d’arresto rispetto al +3,1% del 2010. Il portavoce Ue Pia Ahrenkilde, su Twitter, intanto, fa sapere che la Commissione ”accoglie con favore l’accordo sulla Grecia”.

Un andamento divergente. L’andamento del Pil, si legge in un comunicato dell’Ocse, è stato fortemente differenziato, se non proprio divergente, nei vari Paesi facenti parte dell’area. Negli Usa la crescita ha fatto registrare un’accelerazione dal +0,5% del terzo trimestre al +0,7% del quarto, mentre in Giappone si è vista una contrazione dello 0,6% dopo un rimbalzo tecnico dell’1,7%. Nell’Unione europea e nell’eurozona, evidenzia l’Ocse, il Pil è diminuito dello 0,3%, facendo segnare la prima contrazione dal secondo trimestre del 2009. Tra i membri Ue, l’Italia, come segnalato dall’Istat la scorsa settimana, è entrata in recessione, con una contrazione dello 0,7%, facendo  segnare il secondo trimestre consecutivo di calo. Segno meno anche per Germania e Gran Bretagna, -0,2% per entrambe, mentre la Francia ha registrato un rallentamento dal +0,3% del terzo trimestre al +0,2% del quarto.

M.N.