Dimensione testo notizia A A A
17 febbraio 2012A cura di:admin

Ue, Francia: default Grecia va evitato

francois fillon 294x198 Ue, Francia: default Grecia va evitato L’Unione europea deve mantenere i propri impegni nei confronti della Grecia. Il Paese ellenico ha bisogno del secondo pacchetto di aiuti internazionali da 130 miliardi di euro per evitare il default. A ribadire la posizione, ormai unanime, dell’Ue è il primo ministro francese Francois Fillon, il quale aggiunge che anche la cancelliera tedesca Angela Merkel è della stessa opinione, anche se all’interno dell’esecutivo federale esistono ancora posizioni divergenti.

Nessuna divergenza con la Merkel. “Occorre assolutamente fare il possibile perché la Grecia non faccia default, sarebbe drammatico sia per i greci sia per l’Europa” riferisce il premier francese in un’intervista a Rtl. “Visto che c’è un impegno nei confronti del parlamento ellenico occorre che l’Europa lo rispetti. Le banche hanno accettato di rinunciare al 70% dei prestiti concessi alla Grecia e occorre che l’Ue mantenga gli impegni. Questa è la posizione che la Francia difenderà “. Interpellato circa le differenti opinioni circa l’intervento in Grecia da parte di alcuni esponenti della maggioranza tedesca Fillon risponde: “non c’è alcuna divergenza con il cancelliere, che è della nostra identica posizione, ma si sentono a volte in Germania voci divergenti”.

Piazza Affari. Piazza Affari ha aperto in rialzo, in linea con le altre borse europee, sostenuta dai titoli bancari. In generale, l’ottimismo sulla possibile firma della Grecia per sbloccare il secondo pacchetto di aiuti sta spingendo su l’intero comparto azionario del Vecchio Continente.
A Milano l’Ftse Mib, dopo la prima mezz’ora di negoziazioni, segnava +0,87%, e l’Allshare +0,88%. Ancora in risalita Montepaschi (+2,6%), con le altre principali banche nostrane tutte con exploit superiori al 2%. Deciso segno positivo per Finmeccanica, +2,1%, dopo che ieri la controllata Alenia Aermacchi è stata selezionata da Israele nella gara (di circa 1 miliardi di dollari) per 30 addestratori con il suo modello M-346. Ancora giù Enel (-2,6%), dopo il tonfo registrato ieri in seguito al downgrade di JP Morgan. Sopra il 2% il rialzo di Fonsai e Unipol.

M.N.