Umberto Veronesi, la bufala della carne cancerogena e l’incapacità di verificare le fonti

Prendete una fonte, di un certo spessore. Umberto Veronesi, ad esempio, noto chirurgo nonché ex Ministro della Sanità; attribuitegli quindi una serie di affermazioni sensazionalistiche circa la pericolosità del nutrirsi con carne e circa il fatto che questa verità sarebbe sottaciuta perché le industrie alimentari e quelle farmaceutiche andrebbero di pari passo (come stato e mafia, insomma). Il gioco è fatto: avrete così un link pronto a fare il giro per il web, causando l’indignazione (e la disinformazione) del caso.

Ma scendiamo nel merito: da alcuni giorni gira una notizia – riportata pedissequamente da siti di vario tipo, da quello prettamente cospirazionista a quello radical vegetariano – che viene proposta da alcune di queste fonti col seguente titolo, “La carne è cancerogena… ed è anche causa di quasi tutte le malattie degenerative, eliminatela o limitatene il consumo”.

Adesso prendiamo alcuni estratti dell’articolo (anche se sarebbe da leggerlo tutto: non troverete difficoltà a reperirlo sul web): “Molti mi chiedono il motivo per cui le popolazioni non sono informate su questo, perché i medici non ne parlino e perché l’opinione comune è di tutt’altra realtà. […] Le riviste medico scientifiche più accreditate sono sul libro paga delle multinazionali farmaceutiche e pubblicano solo ciò che è consentito loro di pubblicare o ciò che è imposto loro dalle suddette multinazionali. […] L’industria alimentare e le multinazionali farmaceutiche viaggiano di pari passo, l’una ha bisogno dell’altra e queste due entità insieme, generano introiti circa venti volte superiori a tutte le industrie petrolifere del globo messe insieme…potete quindi ben capire che gli interessi economici sono alla base di questa disinformazione”.

Già a naso, grazie ai toni allarmistici e ai contenuti generici, si può pensare che si tratti di una bufala.

Basta fare poi una breve ricerca sul web (parola chiave “Veronesi carne cancerogena bufala”) per imbatterci in un articolo di ‘Query’ (organo ufficiale del Cicap – Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze) in cui si evidenzia, fra le altre cose, come nel libro preso come fonte dell’affermazione (‘Verso la dieta vegetariana’ di Umberto Veronesi e Mario Pappagallo) “la citazione incriminata non c’è. Nessuna accusa alle case farmaceutiche, nessuna ipotesi di complotto, niente di niente”.

Tra i link più in alto per la query di ricerca “Veronesi carne cancerogena bufala”, troviamo anche un articolo di Repubblica.it, in cui si parla di una lezione tenuta da Veronesi durante la quale il famoso oncologo parla del tumore al colon e dice che questa forma di tumore “è rarissima nei Paesi dove non si mangia carne” e come frutta e verdura siano alimenti protettivi (“Più alto è il loro consumo più diminuisce il rischio”) a fianco di “fragole, tè verde, aglio, verza, broccoli e pomodori” e della curcuma (“presente ad esempio nel curry”: “Nell’isola di Okinawa, dove la curcuma viene consumata quotidianamente, c’è una presenza di ultracentenari che supera del 10-15% quella degli altri Paesi nel mondo”). Insomma, Umberto Veronesi ha detto qualcosa circa il consumo di carne, limitandosi però a citare delle statistiche ed evitando quindi derive cospirazionistiche che ben poco si sarebbero addette ad un illustre personaggio del mondo scientifico tricolore come lui.

Chiudiamo questo articolo con una nota di colore: sarebbe carino che i siti che hanno riportato le (false) affermazioni di Veronesi, controllino quantomeno il nome dello stesso; non pochi hanno messo come autore dell’articolo Luigi Veronesi, che però è un pittore meneghino. Morto 15 anni fa.

Notizie Correlate

Commenta