Picchia il cane e viene picchiato: la bufala video sul maltrattore Tom-Jan Hüsch

Il primo fake legato al maltrattatore caninoTanto è stata brutale la visione del video in cui il tedesco Tom-Jan Hüsch, per vendetta verso l’ex ragazza, picchia un cagnolino indifeso (reo di aver pisciato sul pavimento) che qualunque contenuto che abbia a che fare con la vendetta viene condiviso da centinaia di migliaia di persone in tutto il mondo, senza porsi alcuna domanda sulla veridicità dello stesso: prima, le immagini – photoshoppate – che vedevano il subnormale gonfio come fosse stato picchiato selvaggiamente; adesso, invece, circola con insistenza un video – titolato “TODO lo que das, tarde o temprano REGRESA” (“Tutto ciò che dai, presto o tardi ritorna”) – in cui si vedono, in split screen, le immagini della brutale aggressione di Tom-Jan al cagnolino della ex e le immagini di una aggressione ad un uomo (in una stanza abbastanza buia).

Fonti sul web (come il video che vi proponiamo in coda) evidenziano come ci siano nette discrepanze tra  Tom-Jan Hüsch e il ragazzo che viene picchiato (e ripreso): il tipo sulla sinistra, il maltrattore canino, e quello picchiato sulla destra hanno evidenti differenze legate ad una diversa attaccatura dei capelli e a diverse dimensioni di naso e orecchie. Inoltre, un sito debunker austriaco evidenzia come le immagini dell’aggressione all’essere umano si riferiscano ad un boxer russo picchiato lo scorso aprile.

Tom-Jan Hüsch rimane un essere spregevole e – non vi è dubbio – è doveroso venga fatta giustizia (anche se l’istinto fa sperare riceva quanto dato, magari ci sono anche vendette più dure che picchiarlo selvaggiamente) ma – come sempre – vi suggeriamo di non farvi prendere dall’emotività e di non condividere qualsiasi cosa vi capiti sottomano: pur di fare due like in più, la gente vi proverebbe ad imporre qualsiasi cosa. Anche false verità.

Notizie Correlate

Commenta