ISTAT, cresce la disoccupazione: +0,9% nel mese di giugno

lavoro

Aumentano gli occupati, ma cresce anche il dato relativo alla disoccupazione. I dati ISTAT inerenti al mese di giugno confermano il trend già percepito nei mesi precedenti sul mercato del lavoro.

Secondo l’indagine, ci sarebbero circa 71mila occupati in più: un dato che riguarderebbe principalmente i lavoratori indipendenti, mentre quello dei dipendenti resterebbe sostanzialmente invariato. Pertanto, il tasso di occupazione sale dello 0,1% rispetto al mese di maggio, portandosi così ad una cifra complessiva del 57,3%.

Torna a crescere, al tempo stesso, anche la disoccupazione: +0,9% rispetto a Maggio, ben 27mila disoccupati in più. Un aumento che interessa principalmente gli uomini, mentre non sembra colpire le donne. Diminuisce di 0,3 punti il tasso di disoccupazione tra i giovani 15-24enni.

Una dato che a prima vista può sembrare in contraddizione. Ma non è così: i disoccupati non sono le persone che semplicemente non lavorano ma quelle che cercano un posto e non lo trovano, mentre chi non cerca lavoro viene definito inattivo. Il tasso di inattività, infatti, sempre a giugno, scende di 0,1 punti percentuali, attestandosi al 35,1%. Per farla breve, ci sono più occupati ma anche più persone che cercano lavoro senza trovarlo.

Su base annua, invece, si conferma la tendenza all’aumento del numero di occupati (+1,5%, pari a +329 mila). La crescita tendenziale e’ attribuibile sia ai dipendenti (+1,4%, pari a +246 mila) sia agli indipendenti (+1,5%, pari a +83 mila) e si manifesta per uomini e donne, concentrandosi tra gli over 50 (+264 mila) e i 15-34enni (+175 mila). Nello stesso periodo calano i disoccupati (-4,5%, pari a -140 mila) e gli inattivi (-2,3%, pari a -325 mila). .

Notizie Correlate

Commenta