Referendum, anche l’OCSE è per il Sì: “Paese sarà più governabile”

renzi

In questi ultimi giorni di campagna elettorale che portano al referendum sulla riforma costituzionale di domenica 4 dicembre, il presidente del Consiglio Matteo Renzi incassa un nuovo ‘endorsement’. 

Stavolta è l’OCSE a dichiararsi favorevole alla riforma, sostenendo che l’approvazione popolare della stessa “sarebbe un passo in avanti verso il processo di riforma e migliorerebbe la governance politica ed economica”.

E’ un appoggio molto importante e certamente molto gradito dal premier, che ha già ricevuto l’ok da altre sigle di spicco ed esponenti di prim’ordine della politica mondiale, come il presidente uscente degli Stati Uniti d’America, Barack Obama, e la cancelliera tedesca Angela Merkel.

L’OCSE si dice molto favorevole alle politiche del governo, per cui mostra un notevole apprezzamento. “L’esecutivo a guida Renzi – afferma l’OCSE – sta facendo progressi sulle riforme strutturali, comprese le politiche attive per il mercato del lavoro, la pubblica amministrazione e il sistema scolastico”.

Tuttavia, restano molti dubbi sulla previsione del PIL, come aveva già anticipato l’ISTAT: per l’anno prossimo, l’OCSE vede il Pil italiano allo 0,9%, lo 0,1% in meno rispetto a settembre, mentre per il 2018 la previsione rimane di una crescita dell’1%. Numeri tutt’altro che incoraggianti per Renzi e il suo governo, impegnato a trovare le misure giuste per uscire da questa situazione complicata.

Notizie Correlate

Commenta