Diete delle intolleranze? Una clamorosa bufala, secondo gli esperti italiani

Diete a base di intolleranze alimentari? Addio. Secondo la Società Italiana Diabetologia (SID) non vi sono correlazioni tra le intolleranze ed i casi di obesità; questa notizia è stata diffusa in collaborazione con altre società del campo, quale l’Associazione Medici Diabetologi (AMD), l’Associazione Nazionale Dietisti (ANDID), la Società Italiana dell’Obesità (SIO), e la Società Italiana Nutrizione Pediatrica (SINUPE).

schermata-2016-12-13-alle-19-07-44

Gli studi condotti andrebbero a sfatare il mito che le intolleranze alimentari siano alla base dell’aumento di peso e, dunque, dichiarano “bufale” tutte le diete che rimuovono completamente allergeni e\o sostanze intollerabili dai piatti di migliaia e migliaia di italiani (ma non solo). Fondamentali le parole della dottoressa Rosalba Giacco, professionista di nutrizione nonché redattrice del documento della SID; l’esperta dichiara che “non esiste alcune legame tra eventuali allergie alimentari e sovrappeso, e non esistono prove scientifiche in grado di validare gli strumenti di ‘diagnosi’ spesso utilizzati per sostenere il nesso tra intolleranze e obesità. (…) La positività di questo test non indica infatti una condizione di allergia o intolleranza alimentare, ma una semplice risposta fisiologica del sistema immunitario all’esposizione ai componenti presenti negli alimenti”.

Anche il presidente della SID, Giorgio Sesti, ci tiene a ribadire alcuni concetti fondamentali per non incorrere in diete tanto costose e faticose quanto inutili; egli afferma che “Per contrastare il sovrappeso c’è un solo modo: incrementare l’attività fisica e ridurre la quantità di calorie assunte con la dieta”.

Notizie Correlate

Commenta