Caos M5S, la Raggi sbotta: “Non mi riconosco più nel Movimento!”

raggi

La mossa forte di Beppe Grillo non è piaciuta a Virginia Raggi. Il leader del Movimento 5 Stelle, dopo il caos che ha investito la giunta romana in seguito alle dimissioni della Muraro e all’arresto di Raffaele Marra, da ieri in carcere per corruzione.

Grillo ha ordinato: anche Daniele Frongia e Salvatore Romeo devono abbandonare il Movimento. Il primo è il vicesindaco, il secondo è il capo della segreteria personale della sindaca di Roma. 

Insomma, il leader del Movimento non sembra esser rimasto molto convinto dalla conferenza stampa della Raggi (“Ho sbagliato a fidarmi, ma Marra è solo uno dei 23.000 dipendenti comunali”) e vuole mettere mano per evitare che la bufera che si sta abbattendo sulla Capitale si ripercuota anche a livello nazionale. 

Ma non è tutto: l’idea di Grillo è di procedere proprio ad un commissariamento di Virginia Raggi e della sua giunta. Se la sindaca non accetterà l’allontanamento dei suoi uomini di fiducia, il M5S potrebbe toglierle il simbolo. Una durezza che sta procurando delle fitte crepe nel rapporto tra la sindaca e il Movimento: “Io non mi sento più parte del M5S, non mi ci riconosco più”: sarebbero queste le parole che la Raggi starebbe dicendo in queste ore ai suoi più stretti collaboratori.

Notizie Correlate

Commenta