Capodanno alcolico? Cinque metodi per riprendersi dall’hangover

alcolici

Passato capodanno, in parecchi staranno affrontando il problema di dover gestire l’hangover, tra mal di testa, senso di nausea e spossatezza diffusa. A fronte di un 31 dicembre passato col gomito alto, ci si trova il primo di gennaio a fare i conti con tutti gli effetti collaterali che accompagnano le bevute importanti (effetti collaterali che col crescere dell’età si fanno sempre più intensi e duraturi).

Vi proponiamo quindi di seguito cinque metodi per poter fronteggiare al meglio il day after una grossa bevuta (in realtà i metodi potrebbero essere parecchi di più, ci si potrebbe scrivere un trattatello al riguardo. Ci limitiamo adesso ad elencarne cinque citati dal tabloid inglese Metro):

1) Bere grosse quantità d’acqua: per far fronte alla disidratazione che l’alcol porta con sé (assieme all’euforia e quel senso di onnipotente eccitqzione che il giorno dopo si rivelerà una chimera), è utile bere parecchia acqua. L’ideale sarebbe farlo prima di coricarsi, ma anche il giorno dopo ha il suo perché.

2) Assumere paracetamol: ancor meglio di un aspirina, che può irritare lo stomaco e aumentare la nausea, il paracetamolo può contrastare il peggiore dei mal di testa, senza effetti collaterali.

3) mangiare cibi particolarmente zuccherati: prendete ciambelle zuccherate, barrette di cioccolata, bevete coca cola. Qualsiasi cibo o bevanda zuccherata vi servirà per diminuire il senso di nausea.

4) una buona zuppa a cena: una zuppa di vegetali ha una grande quantità di vitamine e cereali. Oltre ad essere generalmente salutare, vi aiuterà nella digestione e a rimpiazzare quei fluidi persi con l’alcol.

5) aspettare (almeno) 48 ore per bere la prossima volta: darete al vostro organismo il tempo di recuperare. Non credete a chi dice di berci subito sopra: tornerete ad essere ubriachi, magari, ma sarà ancor più difficile recuperare poi.

Notizie Correlate

Commenta