La colazione è il pasto più importante? Potrebbe essere il più dannoso

ciotole-cereali

Siamo abituati da sempre a pensare che la colazione sia il pasto più importante della giornata sia perché ci consente di affrontare la mattinata con un carico di energie necessario a svolgere i nostri compiti, sia perché si ritiene che mangiando di mattina il nostro organismo abbia meno bisogno di nutrienti che altrimenti sarebbero condensati tutti in unico pasto, il pranzo.

Mangiare più volte al giorno, inoltre, aiuterebbe il nostro organismo a smaltire meglio i grassi in eccesso aumentando la funzionalità del nostro apparato digerente, e se così non fosse? Se l’idea di una colazione abbondante fosse uno strumento delle multinazionali per farci comprare le tipologie di cibo “Adatte” alla colazione? Questa è l’idea di un professore di Oxford, Terence Kealey, il quale sostiene che fare colazione potrebbe essere più dannoso che attendere l’ora di pranzo per fare il primo pasto quotidiano.

La teoria del professor Terence è nata da un’analisi effettuata su se stesso dopo che nel 2010 gli fu diagnosticato il diabete di tipo 2, Kealey ha notato che il suo livello di glucosio aumentava ogni qualvolta faceva colazione, mentre per quanto mangiasse a pranzo il livello rimaneva sempre uguale. Il professore ci tiene a specificare che sebbene la colazione non sia un male per ogni soggetto, lo è sicuramente per chi ha nel sangue alti livelli di glucosio.

Insomma, sembra,  che  sia i cereali che i biscotti, nonostante i proclami delle aziende produttrici, possano essere la maggiore causa di insorgenza di diabete, questo, secondo il professor Kealey, sarebbe dovuto al processo di raffinazione del prodotto che aggiungerebbe zuccheri e grassi dannosi.

Notizie Correlate

Commenta