Rimini, ancora un’altra aggressione: 28enne sfregiata con l’acido dall’ex fidanzato

20170111_123748_47a6fda3_jpg_997313609

Un nuovo caso di violenza di genere, un nuovo caso di aggressione con l’acido. Questa volta, a farne le spese, è una giovane 28enne di Rimini, ex miss Romagna, punita dal suo compagno perché risoluta a chiudere una relazione ormai da tempo in affanno.

Secondo le ricostruzioni, quello che fino a pochi istanti prima era stato il fidanzato, avrebbe raggiunto la ragazza e le avrebbe scagliato contro dell’acido. Poi si è dato alla fuga. La vittima è ora ricoverata in gravi condizioni all’ospedale Bufalini di Cesena. Per lei, ustioni sul viso e sulle gambe, dove l’acido è colato. I sanitari hanno confermato che c’è il rischio che possa perdere la vista, nonostante il bollettino medico sia stato ridimensionato dopo i primi istanti successivi al ricovero.

Ad ogni modo l’uomo è stato rintracciato in mattinata dalle forze dell’ordine ed ora si trova agli arresti con l’accusa di aggressione e violenza privata.

Secondo quanto dichiarato dalla ragazza, il rapporto tra i due era teso da qualche tempo. Proprio per il clima di intimidazione e di violenza nel quale si era ritrovata a vivere, la riminese aveva deciso già da qualche mese di chiudere la storia. Per le botte subite, gli insulti, le vessazioni, la ragazza aveva infine sporto denuncia contro l’uomo, tanto che era stato giù emesso un provvedimento nei suoi confronti dal questore di Rimini, Maurizio Impronta. Neppure questo, però, è riuscito a tutelare l’ennesima vittima di questa piaga che, solo in Emilia Romagna nel corso del 2016, ha causato l’uccisione di 11 donne e la tentata uccisione di altre 4. Il doppio rispetto all’anno precedente, e tutte finite fra le mani degli ex mariti, compagni, fidanzati.

G.c.

Notizie Correlate

Commenta