Wrestling: Jimmy ‘Superfly’ Snuka è morto a causa di un tumore

Superfly

Il popolarissimo Wrestler Jimmy ‘Superfly’ Snuka è morto stamane in ospedale dopo un lungo periodo di degenza causato da un tumore allo stomaco.

James Wiley Smith (73 anni) era entrato a far parte del mondo del Wrestling ad inizio anni ’80 con il soprannome di ‘Superfly’ per via delle sue innovative mosse aeree, le stesse che gli avevano consentito di diventare famoso tra gli appassionati di questo sport. Il punto più alto della sua carriera è stato a cavallo tra gli anni ’80 e ’90, quando aveva vinto diversi titoli i più importanti dei quali erano l’ECW World Heavyweight Championship, il WCW World Tag Team Championship e l’NWA Texas Tag Team Championship.

A metà anni novanta Superfly ha fatto spazio ad atleti più giovani come Ray Mysterio e lasciato il testimone di famiglia alla figlia Tamina, ma la sua fama tra gli appassionati di Wrestling non è mai scemata. Nel 1996 l’associazione gli ha concesso il più grande riconoscimento della carriera inserendolo di diritto nella Hall of Fame del Word Wrestling Entertainment.

Ritiratosi da diversi anni dall’attività agonistica, James si era dedicato principalmente alla famiglia poi, qualche anno fa, gli è stato riscontrato un tumore allo stomaco. Anche in questo caso James ha lottato con tutte le sue forze pur di uscire illeso dal terribile male, ma non ci è riuscito. La notizia della sua morte è stata diffusa dalla figlia Tamina tramite un post su Facebook straziante ma meraviglioso: una foto in cui lei gli tiene la mano negli ultimi istanti di vita a cui ha aggiunto come didascalia una semplice frase: “Ti amo papà“.

Notizie Correlate

Commenta