15 Febbraio 2017: si festeggiano i Santi Faustino e Giovita martiri

Il 15 Febbraio la Chiesa Cattolica celebra il dies natalis dei Santi Faustino e Giovita, nobili cavalieri bresciani di religione pagana vissuti nel II secolo, convertiti al Cristianesimo dal vescovo di Brescia Apollonio e martirizzati il 15 Febbraio di un anno compreso tra il 120 e il 134, sotto l’imperatore Adriano.

A quell’epoca i due giovani evangelizzatori godevano di grande successo per la loro persuasività nella predicazione del Vangelo. Denunciati come nemici della religione pagana furono perseguitati, gettati in pasto alle belve del circo, messi al rogo e torturati fino a quando, abbandonati in mare su una piccolissima imbarcazione, nel porto di Napoli furono tratti in salvo dagli angeli.

Riacciuffati, furono ricondotti a Brescia e infine decapitati, poco fuori Porta Matolfa. Le loro reliquie sono conservate nella basilica a loro intitolata.

In contrapposizione al San Valentino, considerata la festa degli innamorati, dal ventunesimo secolo il giorno dedicato alla commemorazione di San Faustino è considerato da alcuni festa di chi è alla ricerca dell’anima gemella.

Secondo una tradizione medievale, San Faustino trovava lo sposo alle fanciulle in età da marito, quindi il 15 Febbraio è diventato, per chi ancora non ha ancora trovato la “metà della mela”, un auspicio per l’incontro con la propria anima gemella.

MDM

Notizie Correlate

Commenta