Grosseto, donna trovata morta in casa, strangolata col cavo del pc. Marito in fuga

Il cadavere di una donna senza vita, uccisa, è stato trovato questa mattina, giovedì 16 febbraio, in un appartamento al secondo piano di un palazzo nel quartiere Pozzarello, a Porto Santo Stefano, Grosseto. Il ritrovamento è stato fatto dai carabinieri del luogo, questa mattina attorno alle 7:30. La vittima è una donna di 68 anni, di nome Anna Costanzo. Secondo le prime informazioni, la donna sarebbe stata strangolata con il filo del pc. Sarebbero stati alcuni vicini di casa a chiamare il 118, ma ormai per la donna non c’era più nulla da fare.

Sul suo corpo sono stati trovati anche altri segni di violenza. Il marito, di 70 anni, avrebbe confessato l’omicidio ad un amico con una telefonata, e quindi si sarebbe dato alla fuga. I carabinieri lo stanno cercando. La donna, del luogo, viveva con il marito, orbetellano, da un anno e mezzo: si era risposata con lui dopo un matrimonio precedente.

La piccola località dove l’omicidio è avvenuto è letteralmente sotto choc: si conoscevano tutti e non possono credere ad un fatto simile. Il Ris di Roma è stato inviato a Porto Santo Stefano per indagare sulla vicenda. Il pm che dirige l’inchiesta è Maria Navarro.

Notizia in aggiornamento

Notizie Correlate

Commenta