Terremoto, ancora scosse nell’Italia centrale: a Perugia sisma di magnitudo 3.1

Il centro Italia continua a tremare anche nelle prime ore di questo pomeriggio, l’INGV (Istituto Nazionale Geofisica e Vulcanologia) ha infatti registrato, intorno alle 14, un’altra scossa di grossa entità a Perugia di magnitudo eguale a quella che questa mattina ha destato dal sonno gli sfortunati abitanti di Macerata. Dai dati riportati dal centro di ricerca si evidenzia come, anche se l’epicentro del sisma si sia verificato in pieno centro città, fortunatamente non ci siano da registrare conseguenze a strutture e persone, l’ipocentro (la profondità delle scosse di assestamento), infatti, è stato ad 11 chilometri di profondità.

Poco prima, alle 12:20, una scossa di entità superiore era stata registrata a largo della costa catanese, il sisma di magnitudo 3.4 non è stato nemmeno avvertito dagli isolani dato che il suo ipocentro si è collocato a ben 31 chilometri di profondità.  Questa mattina vi abbiamo già parlato della forte scossa che ha interessato nuovamente la zona di Macerata, il sisma di magnitudo 3.1 si avvertito in tutta la zona lasciando fortunatamente illesi gli abitanti che però si trovano a  combattere con la paura costante che una scossa di più alta entità si presenti nuovamente: solo pochi giorni prima sono state registrate altre due scosse ravvicinate la più forte delle quali ha raggiunto una magnitudo di 3.6.

Notizie Correlate

Commenta