Morto Tarcisio Catanese, storico protagonista del Parma di Nevio Scala

Il movimento calcistico italiano e quello parmense in particolare piangono oggi la morte di Tarcisio Catanese, scomparso improvvisamente a Licata poco prima di compiere 50 anni.

Nato ad Altofonte (paese in provincia di Palermo) il calciatore siciliano ha mosso i suoi primi passi nella primavera del Napoli, città dove accarezza il sogno di giocare insieme a Diego Armando Maradona senza mai riuscirci in un impegno ufficiale. Nel ’86, infatti, viene ceduto alla Reggina senza aver fatto alcuna presenza in campionato con il Napoli, qui passa due stagioni meravigliose, la prima porta alla promozione della squadra calabra nella serie cadetta e la seconda gli permette di mettersi in mostra come giovane talento ed essere acquistato dal Parma allenato da Nevio Scala con il quale è protagonista della storica promozione in seria A.

Rimane a Parma fino al ’92 totalizzando 40 presenze e due reti nella massima serie, da quel momento in poi comincia un vero e proprio viaggio per l’Italia che lo vede indossare le maglie più disparate (Bologna ed ancora Parma le più prestigiose) che termina nel 2004 al semi sconosciuto Monticelli quando aveva 37 anni.

Centrocampista generoso dalle buone doti atletiche e dallo spiccato senso tattico, Catanese trova nella carriera d’allenatore la strada più congeniale. Dopo i corsi a Coverciano comincia la gavetta e nel 2006 centra la promozione in serie D con il Trapani (preludio ai recenti fasti della società siciliana), ma la sua carriera non decolla e si vede costretto ad accettare incarichi minori al Nissa ed infine al Licata.

Notizie Correlate

Commenta