Sepolta in casa a Milano: trovato il cadavere in decomposizione di una donna

Una terribile notizia, quella divenuta di dominio pubblico nel giorno dedicato alle donne. E’ accaduto a Milano dove, nel tardo pomeriggio di ieri, la polizia ha rinvenuto il cadavere in decomposizione di una donna quasi completamente sepolto dagli oggetti. Per le forze dell’ordine ed i vigili del fuoco, accedere all’abitazione non è stato facile: hanno dovuto lavorare a lungo per aprirsi un varco che permettesse loro di raggiungere il corpo senza vita di una 68enne affetta da disposofobia. L’abitazione infatti era completamente invasa da oggetti di ogni tipo, tanto che il cadavere non era quasi visibile, sepolto dalla grande quantità di suppellettili e carte di ogni tipo accumulate nel corso degli anni dalla donna, che viveva da sola nell’appartamento in via Giovanni Battista Niccolini 2, nella zona Chinatown del capoluogo lombardo.

Un triste dramma della solitudine, quello portato alla luce nella serata di martedì, intorno alle 18.30 con un decesso avvenuto per cause naturali, come sottolineato dalla questura. La malattia della quale era affetta, la disposofobia, l’aveva resa un’accumulatrice seriale. Questo disturbo è infatti caratterizzato dall’ossessivo bisogno di accumulare oggetti di ogni tipo, anche se inutili o pericolosi. I vicini erano a conoscenza della sua patologia..

Daniele Orlandi

Notizie Correlate

Commenta