Miura è ancora decisivo a 50 anni: gol vittoria e record nell’ultima di campionato

Kazuyoshi Miura è stato il primo calciatore giapponese a militare nel nostro campionato e fino ad ora era rimasto impresso nelle memorie degli appassionati solo per quella similitudine con la carriera del famoso Oliver Hutton (il protagonista del primo fortunatissimo anime sul calcio) con gli inizi di carriera divisi tra Giappone e Brasile (Santos e Palmeiras) ed il definitivo approdo in Italia, in questo caso con la maglia del Genoa.

Le similitudini con il cartone terminano ai movimenti di mercato, Miura era sicuramente il miglior calciatore giapponese dell’epoca (era il 1994) ma questo non bastò per fargli avere una fulgida carriera in quello che era il campionato più difficile del mondo. Con il Genoa, infatti, il rapido attaccante asiatico ha collezionato 21 presenze ed una sola rete meritandosi il titolo di meteora. Fuori dall’Italia le cose sono andate molto meglio, Miura ha vinto campionati sia in Brasile che in Giappone con un ruolo decisivo nei successi delle sue squadre. L’attaccante nipponico non solo continua a giocare anche adesso, ma non ha mai perso la sua confidenza con le porte avversarie.

Dopo aver battuto il record di longevità detenuto da Stanley Mattews, calciatore inglese ritiratosi nel ’65, domenica scorsa Kazu ha infranto un altro primato, quello di giocatore professionista ad aver segnato in età più avanzata: durante la partita di seconda categoria giapponese tra il suo Yokohama ed il Thespa Kusatsu, Miura ha messo a segno il gol vittoria con un tap-in da centravanti vero.

Notizie Correlate

Commenta