18 Marzo 2017: si festeggia San Frediano di Lucca

Il 18 Marzo la Chiesa Cattolica celebra la memoria liturgica di San Frediano vescovo di Lucca.

Secondo la tradizione, Frigianus o Frigdianus, era un monaco di origini irlandesi, vissuto nel VI secolo, giunto a Roma in pellegrinaggio.

Di rientro da Roma, come eremita sostò in un anfratto sui Monti Pisani, nei pressi di Lucca.

Cosicché, per la sua fama di santità, tra il 560 e il 566, il clero e la popolazione di Lucca lo elessero vescovo della diocesi cittadina.

Frediano lavorò alacremente per mettere ordine nella sua diocesi, fece costruire chiese, evangelizzò tra Longobardi, ariani o e pagani.

Nel 568 infatti, la Penisola era stata invasa dai Longobardi e all’epoca le terre, già povere e improduttive, soffrivano un pesante disagio idrogeologico.

Proprio nella Lucchesia le acque del Serchio (affluente dell’Arno), sovente trasformavano le coltivazioni in acquitrini.

E dunque intervenne Frediano che, d’accordo con i capi cittadini, progettò e fece aprire un canale che portava il Serchio al mare, risanando completamente il territorio.

L’evento fu narrato come un prodigio: con un rastrello il vescovo aveva tracciato al Serchio un nuovo corso e il fiume gli aveva obbedito.

Nel terreno liberato dalla minaccia del fiume, a nord della cinta romana della città, Frediano fondò un Monastero dedicato ai santi Vincenzo, Stefano e Lorenzo.

Alla sua morte, presumibilmente avvenuta il 18 Marzo 588, in quello stesso edificio furono tumulate le spoglie del santo.

Il Martiriologo Romano commemora Frediano nel suo dies natalis, ma a Lucca la festa in suo onore si celebra il 18 Novembre, giorno del ritrovamento delle reliquie.

MDM

Notizie Correlate

Commenta