Roma: l’attore e regista Meme Perlini si suicida buttandosi dal quinto piano

Roma dice addio ad uno degli attori che ha fatto la storia del teatro italiano degli anni ’70 e 80′, Meme Perlini, storico direttore del teatro Beat 82 è morto la scorsa notte dopo essere precipitato dal quinto piano del suo palazzo in piazza Vittorio. A dare la triste notizia è stato il suo grande amico e collega Ulisse Benedetti, il quale ha specificato che non si è trattato di un incidente ma di un suicidio, sembra infatti che l’attore fosse da tempo affetto da una grave forma di depressione dalla quale, nonostante i numerosi tentativi degli amici, non si è mai ripreso: “Soffriva di una depressione grave, ma era in cura. Aveva la scrivania ingombra di farmaci”.

Il passato come attore, regista e produttore era solo un ricordo, gli ultimi anni dell’attore sono stati un incubo vissuto tra le anguste mura del suo appartamento. Benedetti racconta di come il suo stato di salute gli avesse impedito di partecipare ai tanti progetti che nel corso del tempo gli erano stati proposti e di come fosse necessaria una badante per assicurarsi che si prendesse cura di se. Ieri sera, finito il turno della badante, l’attore si è affacciato sul balcone e si è buttato sotto, poco dopo è arrivata l’ambulanza ma i tentativi di soccorso si sono rivelati inutili e l’attore è morto durante il trasporto in ospedale.

Notizie Correlate

Commenta