Premier League, guai per Musa: l’attaccante nigeriano del Leicester arrestato per violenza domestica

Doveva essere il valore aggiunto delle ‘Foxes‘ campioni d’Inghilterra in carica, invece dopo 30 spezzoni di partita e solo 4 gol all’attivo il talento nigeriano del Leicester, Ahmed Musa, si è trasformato in un oggetto misterioso finendo ai margini della rosa. Se il mancato riscontro sul campo non dovesse bastare a rendere l’anno dell’attaccante africano funesto, quest’oggi si è aggiunto un arresto per violenza domestica ai danni della moglie Jamila.

A dare la notizia dell’arresto di Musa è stato il quotidiano inglese ‘The Indipendent‘, nell’articolo si legge che la polizia britannica ha ricevuto una segnalazione di violenza domestica e si è presentata a casa del calciatore. Non trovandolo in casa, gli agenti lo hanno atteso ed al suo ritorno lo hanno posto in stato di fermo per interrogarlo sulla segnalazione.

Dopo l’interrogatorio Musa è stato rilasciato dalla polizia per mancanza di denuncia ed il caso è stato temporaneamente archiviato. Il Leicester da parte sua, ha rilasciato un comunicato dove afferma di essere a conoscenza della situazione, ma di non aver preso alcun provvedimento dato che il caso è stato già archiviato. Dalle informazioni pervenute, quindi, è lecito pensare che la segnalazione non sia arrivata dalla moglie del calciatore e che qualche vicino, sentendo una discussione animata, abbia pensato che stessa capitando qualcosa di grave.

Notizie Correlate

Commenta