Torino: muore Giorgio Barberi Squarotti, scrittore e poeta di fama internazionale

La città di Torino e la comunità letteraria italiana piange la scomparsa del professore e scrittore Giorgio Barberi Squarotti, morto all’età di 87 anni ieri notte nel suo appartamento. A dare il triste annuncio della sua scomparsa è la fondazione Bottari Lattes di cui è stato per anni membro del cda e persino presidente della commissione tecnica che assegnava il premio dal 2011 al 2014, nonché negli ultimi anni presidente onorario.

Nato il 14 settembre 1929 a Torino si è iscritto all’Università di Lettere della sua città ottenendo la laurea nel 1952 con una tesi sulle opere di Giordano Bruno. Il suo amore sconfinato per la letteratura e la poesia si è tramutato nel corso degli anni in numerosi saggi su alcuni degli autori più importanti della storia della letteratura italiana, da Dante Alighieri a Boccaccio, Da Torquato Tasso a Gabriele D’Annunzio della cui opera ha fornito un’interpretazione innovativa ed approfondita, tra le sue opere più importanti ci sono: ‘Le donne al potere e altre interpretazioni. Boccaccio e Ariosto’, ‘La cicala, la forbice e l’ubriaco. Montale, Sbarbaro e altra Liguria’, ‘Le cortesie e le audaci imprese. Moda, maghe e magie nei poemi cavallereschi’.

Il suo impegno artistico non si è fermato all’opera saggistica, numerose infatti le raccolte di poesie che partono dalla prima del 1960 ‘La voce roca, Milano: All’insegna del pesce d’oro‘ al più recente ‘Il giullare di Nôtre-Dame des Neiges‘ pubblicato nel 2010.

Notizie Correlate

Commenta