Spazio: telescopio Hubble cattura aurore polari su Urano

Il telescopio spaziale Hubble ha catturato in questi giorni delle sorprendenti immagini provenienti da Urano, il

settimo pianeta del sistema solare in ordine di distanza dal Sole.

Un susseguirsi di luci ed esplosioni che gli astronomi hanno interpretato come un fenomeno paragonabile a quello che sul nostro pianeta prende il nome di aurora boreale. Si tratta di giochi di luce rifratti tramite i raggi solari e catturate a fatica da Hubble. La difficoltà, oltre l’imponente distanza che separa la Terra dal gigante gassoso (circa 4 miliardi di chilometri) è rappresentata dalla particolare inclinazione rispetto al proprio asse di rotazione: mentre la Terra è inclinata di soli 11 gradi rispetto ad esso, Urano ha un’inclinazione di ben 60°. Ciò significa che, a causa dell’insolita posizione, le aurore sono visibili solo con molta difficoltà. Inoltre, l’osservazione andava effettuata nell’esatto momento in cui la tempesta solare era arrivata a toccare l’atmosfera.

Già in passato, spiegano gli astronomi, Urano era stato osservato da vicino: “Questo pianeta è stato studiato solo in dettaglio una volta, durante il passaggio ravvicinato di Voyager, che risale al 1986”, ha detto in una dichiarazione il responsabile dello studio Laurent Lamy, dell’Osservatorio di Parigi. “Da allora, abbiamo avuto la possibilità di ottenere nuove osservazioni di questa insolita magnetosfera”.

Le aurore di Urano, a differenza di quelle terrestri che possono protrarsi per ore, durano appena pochi minuti.

G.c.

Notizie Correlate

Commenta