La straordinaria tempesta di fulmini ripresa dalla stazione spaziale internazionale

L’astronauta francese Thomas Pesquet si è imbattuto questa mattina in uno spettacolo eccezionale mentre si dilettava a guardare la terra dalla stazione spaziale internazionale. Le sue riprese ci mostrano gli effetti luminosi dell’aurora boreale in combinazione con una violenta tempesta di fulmini sul nord america regalandoci delle riprese intense e spettacolari: la ripresa comincia con un inquadratura della terra quasi totalmente al buio, pian piano la luce dell’aurora fa risplendere il globo, ma il tenue crescendo luminoso viene bruscamente interrotto da una violenta tempesta di fulmini che cattura l’attenzione di chi guarda.

In un post pubblicato sulla pagina del ‘Esa‘ (European Space Agency) l’astronauta spiega che quello che in realtà sembra un video altro non è che un collage di immagini che vengono unite per mostrare cosa accade nel medesimo momento a più latitudini sulla terra. Per ottenere questo risultato viene utilizzata una tecnica cinematografica chiamata “Timelapse” che permette di catturare dei fotogrammi ad una velocità superiore a quella di riproduzione (un processo simile a quello delle riprese a rallentatore), il che significa che un medesimo istante viene mostrato in più secondi di filmato.

Pesquet che è in missione sulla stazione spaziale internazionale sin dal mese di novembre non è nuovo a simili imprese fotografiche, uno dei suoi scatti più belli è quello intitolato ‘L’occhio dell’Africa‘ che mostra una magnifica formazione di nubi a forma di occhio sul deserto del Sahara.

Notizie Correlate

Commenta