Meningite, nuovo caso a Pisa: 56enne in terapia intensiva

Non accenna a placarsi l’ansia e la paura per i ripetuti casi di infezione da meningococco che stanno interessando la nostra popolazione. E’ notizia recente di due nuovi casi riscontrati a Cittadella, in provincia di Padova, dove ad essere colpiti sono stati due bimbi: in entrambi i casi le situazioni stanno volgendo fortunatamente al meglio, ma il panico resta comunque molto generalizzato.

Nemmeno il tempo di esultare per la progressiva guarigione di questi due piccoli che giunge notizia di un nuovo caso di meningite: stavolta la sepsi meningococcica sarebbe di tipo C (il risultato della tipizzazione dovrebbe essere comunicato nel pomeriggio) ed è stata riscontrata in un uomo di 56 anni, non vaccinato, residente a Capannoli (Pisa), ora ricoverato in terapia intensiva a Livorno, in prognosi riservata.

Lo ha reso noto la Asl Toscana nord ovest. “Il paziente – si spiega in una nota – ha manifestato i primi sintomi della malattia ieri sera. L’igiene e sanità pubblica della Valdera ha individuato le persone che sono entrate in stretto contatto con il paziente alle quali è stata somministrata la profilassi e offerta la vaccinazione”.

Nel frattempo sono in via di miglioramento le condizioni di salute della livornese di 34 anni colpita da meningite nei giorni scorsi. A renderlo noto è stata la stessa ASL.

Notizie Correlate

Commenta