INGV: rilevato uno sciame sismico a Norcia ed in Centro Italia

Non si placa la paura del terremoto nelle zone già duramente colpite dai sismi di fine agosto e di fine ottobre 2016. L’INGV ha rilevato ancora oggi, giovedì 20 aprile 2017, delle scosse telluriche in Centro Italia. Come sempre, l’INGV si occupa di rilevare le scosse che superino il secondo grado della scala Richter.

È stata rilevata una sequenza sismica intensa in Centro Italia, che ha interessato le zone del maceratese, del reatino, del perugino e dell’ascolano. Fra i comuni che sono stati direttamente

coinvolti nello sciame sismico ricordiamo Norcia, Camerino, Pescara del Tronto, Accumoli, Amatrice, Acquasanta Terme, Monte Cavallo, Ussita, Castel Sant’angelo sul Nera, Arquata del Tronto, Castelluccio di Norcia, Fiastra. Insomma buona parte dei paesi che hanno subito anche le disastrose scosse di terremoto dell’anno scorso.

In particolare a Norcia, provincia di Perugia, l’INGV ha rilevato una scossa di magnitudo 2.4 alle 06:15 di mattina e quindi una scossa di magnitudo 3.0 qualche secondo più tardi. A Fiastra, provincia di Macerata, l’INGV ha rilevato una scossa magnitudo 2 alle 07:42 di mattina e subito dopo a Norcia, alle 09:06 di stamattina, è stata rilevata una scossa di magnitudo 2.2. Un vero e proprio sciame sismico che fa tornare la paura nelle zone colpite dal violento sisma di ottobre e agosto.

Notizie Correlate

Commenta