L’addio di Laura Pausini alla nipotina malata commuove il web

L’ultimo post su Facebook di Laura Pausini ha lasciato a bocca aperta tutti i suoi fan, commossi dalla storia di una bambina che per una rara malattia genetica è scomparsa prima di compiere 3 anni. La cantante parla della sua nipotina Francesca, nata con l’ 1p36, una rara malattia genetica che comporta la mancanza DNA in alcuni cromosomi, tale mancanza comporta deformità somatiche, difficoltà respiratorie e di apprendimento, problemi al cuore ed ai muscoli.

Nel post in questione la Pausini parla del suo dolore per la morte prematura della nipote, ma anche della favola che ha accompagnato la sua vita, un  escamotage che la madre si è inventata per raccontare la storia d’amore tra lei e la figlia: “Questa Pasqua lascia un vuoto gigante nel mio cuore e in molte persone della mia famiglia. Come scrive qui sotto la sua mamma Roberta, la piccola Francesca è tornata al suo pianeta 1p36. E la loro storia è quella di una storia d’amore gigante. Di una mamma che ha inventato una favola per raccontare una malattia che alla fine non è stata niente altro che la loro vita quotidiana, fatta di cose diverse da quelle di chi nasce sano, ma fatta di cose uguali perché l’amore non è mai diverso per un figlio”.

La madre di Francesca, una volta scoperta la malattia della figlia, ha deciso di scrivere un blog che parlava di una bimba aliena proveniente dal pianeta 1p36, l’intenzione era quella di raccontare la condizione di estraneità alla vita  tradizionale della figlia, i momenti difficili, le terapie ed i giorni tristi, ma anche le giornate di svago, i compleanni ed i momenti di gioco, a dimostrazione del fatto che la vita di Francesca non era poi troppo distante da tutte quelle degli altri bambini. Purtroppo la malattia è stata più forte e Francesca si è dovuta arrendere, ma non senza lasciare un ricordo indelebile in sua madre ed in chi l’ha conosciuta, come testimoniano le parole della madre: “Ci hai regalato tantissimo: persone speciali, avventure, amore. Hai donato tutta te stessa per renderci persone migliori, per farci aprire gli occhi sul mondo parallelo che ci era così vicino ma così estraneo. Mi hai dato la spinta per aprirmi agli altri, per poter essere supporto e per trarre supporto. Mi hai regalato quasi 3 anni di te, del tuo profumo, della tua pelle, dei tuoi occhi sempre sfuggenti, delle tue manine aggrappate alle mie dita. E ora, hai fatto ritorno al pianeta 1p36”.

Notizie Correlate

Commenta