Adam Johson in carcere per stupro: “Quella ragazzina? Avrei voluto violentarla”

Adam Johnson, ex stella del Sunderland e del Manchester City, è stato condannato a sei anni di detenzione per violenza sessuale su minore. Una violenza che il calciatore, in seduta di processo, ha sempre bollato come “imperdonabile” davanti ai giurati.

Adesso, però, spunta un video che ribalta la precedente versione del detenuto. Nel filmato, girato di nascosto da un suo compagno di cella, Johnson si lascia andare ad una serie di confidenze e dichiara di non aver commesso il crimine in questione. Quando il suo interlocutore gli domanda  se avesse stuprato o meno la ragazza che lo ha denunciato, lui risponde mimando il gesto dell’accoppiamento: “No, avrei voluto, così almeno i sei anni di carcere avrebbero avuto un senso”.

Il giudice Jonathan Rose, che ha condannato il calciatore nella sentenza dello scorso marzo, ha affermato che, a causa della sua azione, la vittima ha subito “gravi danni psicologici”, e che Johnson avrebbe approfittato “dell’adorazione di una giovane adolescente per una celebrità”.  La ragazza, che ha sempre sostenuto di essere stata plagiata dal suo carnefice ha dichiarato alla stampa: “Dopo che lui ha dichiarato la sua innocenza ho dovuto affrontare un vero e proprio calvario. Sono stata accusata di essere una bugiarda, molte persone hanno fatto ipotesi e pettegolezzi. E’ stato devastante per me, i miei amici e la mia famiglia, ma sono stata in grado di difendermi. Quello che è successo nella sua auto ha trasformato da cima a fondo la mia vita. Ho perso tutta la fiducia che avevo in me stessa.”

G.c.

Notizie Correlate

Commenta