Carrara, motociclista travolge e uccide un sedicenne: tenta di fuggire, arrestato

Ha investito un ragazzo di sedici anni e non si è nemmeno fermato a prestare i soccorsi al giovane rimasto ferito sul selciato, ma ha preferito darsi alla fuga. Fortunatamente i carabinieri e i vigili urbani sono riusciti a rintracciare l’uomo che in sella alla sua moto ha travolto e ucciso il 16enne sulla strada statale Aurelia, in località Battilana alla periferia di Carrara.

Le forze dell’ordine, nella serata di ieri, hanno provveduto ad arrestare il responsabile: si tratta di un uomo di 40 anni, rintracciato da carabinieri e polizia nella sua abitazione. Gli investigatori sono riusciti a risalire all’identità dell’uomo grazie ad alcune testimonianze rilasciate da chi ha assistito al tragico investimento, ma anche tramite alcuni pezzi della moto del 40enne rimasti sul luogo dell’urto.

Il ragazzo stava rientrando a casa dopo una normale mattinata scolastica, ed era appena sceso dal bus: mentre si accingeva ad attraversare la strada è stato travolto dal centauro. L’impatto violento non gli ha lasciato scampo: per il giovane non c’è stato nulla da fare. Ieri la famiglia ha acconsentito all’espianto degli organi. Al 40enne sono stati contestati i reati di omicidio stradale e omissione di soccorso. Le indagini sono coordinate dal sostituto procuratore di Massa, Roberta Moramarco.

Notizie Correlate

Commenta