Gino Strada a “PiazzaPulita”: “Le ONG ingiustamente attaccate sulla questione migranti. È in atto la militarizzazione del Mediterraneo”

 

 

 

 

 

 

Gino Strada, il fondatore di Emergency, ha partecipato alla trasmissione televisiva “PiazzaPulita” di La7 in occasione della puntata che è stata mandata in onda nella serata di ieri, giovedì 18 maggio 2017. Sollecitato dalle domande del presentatore del programma, il giornalista e conduttore televisivo Corrado Formigli, Gino Strada ha espresso in modo lapalissiano il suo pensiero relativamente alla questione delle ONG e della scandalo sui migranti che è scoppiato proprio poco tempo fa.

Il volto simbolo di Emergency ha dichiarato, innanzitutto, che sono state portate avanti delle accuse molto gravi nei confronti delle ONG e del loro rapporto con la questione migranti senza che le accuse fossero effettivamente suffragate da prove e da fatti concreti. Strada ha continuato a parlare esponendo il suo pensiero: si tratterebbe, secondo lui, di una campagna mediatica realizzata con lo scopo di militarizzare la questione dei migranti. Gino Strada ha così lanciato un allarme preoccupante, e cioè quello secondo cui l’Italia sarebbe pronta a militarizzare il Mediterraneo ed ad inviare un contingente militare in Niger (di circa 500 soldati), per fermare coloro che tenteranno di allontanarsi dal gruppo jihadista Boko Haram.

Impossibile non pensare al vergognoso business relativo alle esportazioni militari che, almeno per l’anno appena trascorso, si è incrementato per l’Italia di circa l’85%. Il dato ricordato da Strada è stato supportato da un’altra notizia riguardante il recente bombardamento sullo Yemen. La notizia è stata diffusa per poi subito sparire, e questo perché il Governo non vuole mostrare pubblicamente il suo lato militarista.

Maria Mento

Notizie Correlate

Commenta