Calcio, 120 milioni di debiti per il Palermo: indaga la Guardia di Finanza

Un presunto buco di 120 milioni di euro è stato denunciato da alcuni creditori insoddisfatti attraverso varie denunce contro la società sportiva del Palermo.

Questo porterà la Procura ad attuare accertamenti che, se verificati, porterebbero le condizioni per chiedere il fallimento della società. Nel frattempo la Guardia di Finanza e i sostituti procuratori Francesca Dessì e Andrea Fusco cercano di fare luce sulle accuse mosse nei confronti della società siciliana.

Vista la situazione delicata, la Procura non vuole creare inutili allarmismi e si muove quindi con cautela mentre sullo sfondo riecheggia la vicenda del closing tra Maurizio Zamparini e il nuovo presidente, Paul Baccaglini. I due non sono ancora riusciti a raggiungere un accordo riguardante la cifra proprio a causa della situazione finanziaria del Palermo, divenuta quantomai instabile.

Nonostante nel 2009 il bilancio della società era in verde per un totale di di 18 milioni, complici anche le cessioni illustri di Barzagli, Zaccardo e Amauri, dal 2011 vi è stata una veloce regressione che avrebbe portato allo stato attuale delle cose.

Mario Barba

Notizie Correlate

Commenta