Robot lunari schierati sull’Etna per prepararsi a futuri sbarchi su Marte e sulla Luna

Il vulcano più attivo d’Europa accoglie turisti ogni giorno, ma ora ospita alcuni visitatori piuttosto insoliti; robot lunari le cui competenze vengono testate per le future missioni di atterraggio sulla Luna e su Marte.

Uno dei ricercatori ha dichiarato che: “L’attività sismica dell’Etna è simile a quella che ci si potrebbe aspettare sulla superficie lunare“.

I robot lunari sono stati dispiegati sull’Etna dal centro aerospaziale tedesco, l’agenzia che gestisce il programma spaziale del Paese. Il programma ha arruolato esperti dalla Germania, dalla Gran Bretagna, dagli Stati Uniti e dall’Italia, tutti con lo scopo di migliorare il ROBEX (Esplorazione Robotica di ambienti estremi).

Lo scopo di ROBEX è quello di progredire nello sviluppo di attrezzature robotiche da utilizzare nello spazio.

Si spera che tutte le tecniche apprese sull’Etna possano essere utilizzate in future missioni lunari o nell’esplorazione di Marte.

I robot hanno quasi completato una fase di sperimentazione iniziale nell’area del Piano del Lago del vulcano, che si caratterizza come una landa desolata colpita da forti venti.

I ricercatori dispiegheranno presto anche una rete di apparecchiature, tra cui rover e droni, che verranno utilizzati per monitorare l’attività sismica simile a quella che si potrebbe incontrare sulla Luna.

Mario Barba

Notizie Correlate

Commenta