Frecciarossa rimane bloccato all’interno di un tunnel, panico tra i passeggeri

Quello che doveva essere un semplice e comodo viaggio sul ‘Frecciarossa’ che conduce da Salerno a Milano si è trasformato in un odissea senza fine per i passeggeri: il treno infatti era ripartito da pochi minuti dalla fermata di Santa Maria Novella di Firenze quando si è bloccato per un guasto tecnico ed è rimasto fermo per tre ore all’interno della galleria tra Castello e San Piero, a Sieve. Il treno ad alta velocità è rimasto fermo per oltre tre ore prima di venire agganciato da un locomotore e riportato alla stazione da cui era partito.

Il guasto ha ovviamente comportato un blocco della linea ferroviaria che si è prolungato dalle 11:00 alle 13:15, orario di ritorno del ‘Frecciarossa’ alla stazione fiorentina. Treni Italia ci ha tenuto a precisare che il prezzo del biglietto verrà totalmente rimborsato a tutti i passeggeri che si trovavano a bordo della vettura, ma probabilmente molti di questi chiederanno danni morali per aver perso importanti appuntamenti di lavoro.

Durante le tre ore di claustrofobica permanenza nel tunnel, inoltre, diversi passeggeri hanno accusato malori per via del forte caldo. Il personale di bordo, per ovviare all’emergenza ha invitato tutti a scendere dai vagoni, ma non ha potuto fare nulla per quelli che sono svenuto o sono stati colti da attacchi di panico durante la permanenza forzata. All’arrivo alla stazione di Santa Maria Novella, è stato messo a disposizione degli sventurati passeggeri un servizio di assistenza medica.

F.S.

Notizie Correlate

Commenta