Gli scienziati del programma SETI dichiarano: “Abbiamo sempre cercato gli alieni nel modo sbagliato”

Da decenni, abbiamo ascoltato i cieli con telescopi radiofonici, sperando di cogliere il suono di segnali alieni; ma non abbiamo sentito niente, e una delle ragioni potrebbe essere che stiamo ascoltando nel modo sbagliato.

I ricercatori del SETI (Search for Extraterrestrial Intelligence) stanno dirigendo le loro attenzioni verso la comunicazione aliena tramite i “flash” che utilizzano attraverso i laser.

Un nuovo rilevatore “SETI laser“, attualmente in cerca di finanziamenti tramite ‘Indiegogo‘, potrebbe vedere questi lampi che gli extraterrestri continuerebbero a lanciare.

La pagina del progetto dice: “Fino ad ora, gli esperimenti SETI, sia che fosse l’ascolto attraverso un trasmettitore radio o la ricerca di un laser ad alta potenza, hanno dimostrato che gli extraterrestri mandano segnali di continuo“.

Il “SETI laser” sarebbe in grado di identificare un flebile tintinnio da qualsiasi punto del cielo notturno. Infatti, potrebbe persino rilevare un flash laser in meno di un millisecondo; Un segnale che potrebbe non ripetersi per giorni, settimane o forse mai più.

Mario Barba

Notizie Correlate

Commenta