Livello spermatozoi uomini calato del 50 per cento. Scienziati: “Rischio estinzione”

Un calo del numero degli spermatozoi mai registrato prima. Sarebbe questo l’esito di uno studio effettuato dai ricercatori dell’Università di Gerusalemme che metterebbe in allarme l’intera sopravvivenza della nostra specie.

Secondo quanto emerso, infatti, nel campione di uomini analizzato emergerebbe una diminuzione degli spermatozoi pari all’1,4 per cento ogni anni nell’arco temporale che va dal 1973 al 2011. In soldoni, si tratterebbe di un abbassamento della fertilità maschile pari al 52 per cento. Altro che mito del bel maschio latino. Il campione analizzato varia da uomini provenienti dall’Europa sino al Nord America, Australia e Nuova Zelanda. Gli scienziati si sono dichiarati “piuttosto scioccati” da quanto emerso. Hagai Levine, un epidemiologo partecipe dello studio ha dichiarato: “Alla fine potremmo avere un grosso problema riproduttivo, e questo potrebbe portare all’estinzione della specie umana”. Fra le cause che si sospetta possano concorrere a questo abbassamento così drastico degli spermatozoi, gli studiosi sono concordi nell’affermare che stress, stile di vita, dieta errata ed apporto di sostanze chimiche possono incidere negativamente sugli individui.  “Quindi, il conteggio degli spermatozoi può riflettere sensibilmente gli impatti dell’ambiente moderno sulla salute maschile durante tutto il corso della vita”, si legge nel documento.

Ora i fautori di questa ricerca chiedono a gran voce che i governi facciano qualcosa per limitare le cause del declino dei livelli spermatici tra gli uomini occidentali.

Notizie Correlate

Commenta