Commissione Europea: uova contaminate; è allerta anche in Italia

Qualche giorno fa la Commissione Europea ha lanciato un’allerta: in Belgio, Paesi Bassi, Germania, Francia, Svezia, Regno Unito, Austria, l’Irlanda, Lussemburgo, Polonia, Romania, Slovacchia, Slovenia, Danimarca, Svizzera, Hong Kong e Italia sarebbero stati sequestrati prodotti alimentari contaminati di provenienza francese.

Nello specifico si tratterebbe di uova contaminate con fipronil, un insetticida moderatamente tossico per l’uomo.

L’Italia tuttavia non è tra i Paesi coinvolti nello scandalo; il ministero della Salute ha reso noto che le autorità sanitarie hanno sequestrato nel nostro Paese alcuni prodotti provenienti da un’azienda francese che impiegava uova di uno degli allevamenti olandesi coinvolti nell’uso del fipronil, ma che queste non sono mai state immesse nel mercato: “Ad oggi, non risultano distribuiti al consumo uova o derivati (ovoprodotti) contaminate da fipronil sul territorio nazionale” – si legge nel comunicato del ministero della Salute – “Dai riscontri incrociati, effettuati dal ministero della Salute, tra le liste di aziende coinvolte e di quelle che hanno spedito prodotti in Italia negli ultimi tre mesi, al momento risulta solo, da una segnalazione delle autorità francesi, pervenuta in data 8 agosto attraverso il Rasff, che un’azienda di tale Paese ha acquistato uova da uno degli allevamenti olandesi interessati e le ha trasformate in ovoprodotti che ha poi venduto anche a un’azienda italiana“.

La Commissione Europea ha specificato che i Paesi in cui è stato “confermato l’utilizzo illegale del prodotto” sono Olanda, Belgio, Francia e Germania.

Intanto le autorità belga e olandesi hanno avviato delle perquisizioni: due persone sono state arrestate in Olanda e nei Paesi Bassi 150 allevamenti avicoli sono stati chiusi.

MDM

Notizie Correlate

Commenta