La mamma della bimba morta di leucemia: “Licenziata per le troppe assenze, ora cerco lavoro”

Ha perso la figlia ed ha perso il lavoro quasi negli stessi giorni. È la storia di Valentina Donà in Maniero, la madre di Aurora, la bambina di otto anni morta qualche giorno fa a causa della leucemia contro la quale aveva combattuto da anni. Per stare vicina alla sua bambina aveva fruito di tutti i possibili permessi che potevano esserle accordati dal lavoro: alla fine, d’accordo con la pasticceria di Padova nella quale lavorava, hanno concluso il contratto proprio sabato, quando lei si è sposata con il compagno per esaudire l’ultimo desiderio di sua figlia Aurora.

La piccola azienda dove la donna lavorava ha spiegato che non poteva più sostenere le assenze dal lavoro di Valentina, e che anche lei ha acconsentito quindi alla conclusione del contratto di lavoro. Quasi una beffa del destino, però, che il licenziamento sia arrivato tre o quattro giorni prima che la piccola morisse, stremata da una battaglia contro il tumore che non aveva vinto.

Ora Valentina commenta: “Non me ne sono andata io, è stato un licenziamento: avrei continuato volentieri a lavorare, certo che sì. Ora non voglio elemosinare nulla, tanto più in questo momento. Certo però, se qualcuno si facesse avanti…”.
Cerca lavoro la mamma della bimba che ha vinto il Premio della Bontà. Se qualcuno la può aiutare, è il momento di farsi avanti. 

Roversi MG.

Notizie Correlate

Commenta