Scientology condannata per truffa

La Chiesa di Scientology in Francia e uno dei suoi principali dirigenti, Alain Rosenberg, sono stati condannati per truffa dal tribunale di Parigi, che li ha però autorizzati a proseguire le attività.  Alain Rosenberg, riconosciuto come il responsabile della chiesa di Scientology in Francia, è stato condannato per truffa a 2 anni di reclusione con la condizionale e a 30.000 euro di ammenda.

Le accuse di truffa si basano sulle decine di migliaia di euro che sei dirigenti di Scientology avrebbero estorto a quattro anziani adepti approfittando della loro vulnerabilità. Il tribunale ha stimato che “un’ammenda molto forte” sia “più opportuna” che l’interdizione di proseguire le attività. “L’interdizione a esercitare – ha confermato Sophie-Helene Chateau, presidente della corte – rischiava di generare un proseguimento dell’attività per vie illegali”. Il tribunale ha però insistito che le due strutture di Scientology dovranno diffondere la notizia della condanna su giornali francesi e stranieri.

Il movimento di Scientology, fondato nel 1954 dallo scrittore di fantascienza Ron Hubbard è considerato negli Stati Uniti come una religione mentre in Francia è giudicato  come setta secondo un rapporto parlamentare del 1995. Nel mondo Scientology conta 12 milioni di adepti, tra cui Tom Cruise e sua moglie Katie Holmes, ma anche John Travolta e la cantante Lisa Marie Presley. Solo in Francia gli affiliati sono 45 mila.

 

Martina Attanasio