Radiologo adescava donne in chat e le violentava, arrestato

Riusciva a incontrare avvenenti donne spacciandosi per affermato dottore su internet e proponendo loro accertamenti medici in tempi brevi; una volta cadute nella trappola, le narcotizzava per poi violentarle: erano queste le modalità di azione del radiologo 50enne di Roma arrestato dai Carabinieri. Sequestro di persona, violenza sessuale e lesioni personali le imputazioni a carico dell’uomo residente in provincia di Viterbo, nella cui casa sono state sequestrate 3 cartelle contenenti gli esiti di mammografie eseguite su altrettante donne, 25 flaconi di benzodiazepina, 2 macchine fotografiche digitali, 3 computer e 30 cd rom il cui contenuto è in corso di verifica. La indagini sono scattate a seguito della denuncia di una donna che si era svegliata nel letto del radiologo seminuda, dopo essere stata narcotizzata la sera prima bevendo un caffè offertogli dal suddetto personaggio, nel quale erano stati disciolti farmaci contenenti benzodiazepina; stessa situazione per una 40enne che ha conosciuto il millantatore tramite chat: ci si trova davanti quindi, questa la deduzione abbastanza ovvia dei Carabinieri, a un maniaco seriale.