Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica La nuova legge avrà il nome di Malan

La nuova legge avrà il nome di Malan

1_g

Lo scopo è quello di cancellare i tre processi milanesi del Premier (Mills, Mediaset e Mediatrade). E tutti stanno lavorando da tempo al solo proposito di trovare una soluzione efficace.  Ma non solo cancellarli, sarebbe meglio farli fuori tutti in un colpo. Ed ecco che l’illuminato Ghedini si arrabatta per partorire quello che sarà il  testo  dell’ultima legge ad personam. Oltretutto si ha già il  senatore che darà il nome al nuovo lodo, si tratta di Lucio Malan, ex forzista meglio ricordato per aver richiesto il ripristino dell’immunità parlamentare e per aver ripresentato un emendamento sulla proroga del telamarketing (ricordiamo le polemiche aperte mosse dalle maggiori associazioni per i consumatori Altroconsumo e Aduc, oltre che da Garante della Privacy). Non di meno vanta il nomignolo di “pianista”, per le vicende del voto plurimo in Senato.

Il punto saldo della nuova legge salva-Silvio è questo: pare che aggirerebbe il vincolo costituzionale tramite l’accorciamento di tempi di prescrizione dei processi anzichè quello dei reati.Nel frattempo però i timori, legittimi, creano una patina di ansia circa la possibilità che per salvare i tre processi di Berlusconi se ne debbano buttare nel cesso mille. Per discutere ciò l’avvocato Bongiono si è incontrata, nel pomeriggio, con Calderoli, convenendo sul fatto che dopo le reazioni al bisognerebbe andare avanti con i piedi di piombo.

Ma la reazione è piuttosto prevedibile quanto inevitabile: già si profila lo scontro, già si immagina l’ira di Csm e Anm.

La tensione c’è  e l’ansia pure, ma nonostante tutto  si brancola nel buio.

Francesca Sacco