Home Cultura .. “taci meravigliata e allora diventi grande come la terra”

.. “taci meravigliata e allora diventi grande come la terra”

“Fragile, opulenta donna, matrice del paradiso”: Alda Merini .

Così era la sua poesia , queste erano le sue parole. Una donna sul palcoscenico: è in questo modo che il nuovo film di Damato e Tumminelli fa rivivere la poetessa di Milano.

Ieri, 4 novembre 2009, il feretro di Alda Merini è scivolato tra la folla del duomo , lento come il suo Naviglio impregnato di poesia antica , lento come il fumo della sua sigaretta che si è spenta piano piano.

Milano ha salutato la musa come se fosse sua pur sapendo di non averla mai realmente posseduta : .. “non cercate di prendere i poeti perché vi scapperanno tra le dita”..così recitava uno dei suoi versi .

Uno scrigno tempestato di misteri e segreti si è richiuso su se stesso inghiottendo poesia e misticismo, dolore e seduzione . La sua nudità si è coperta e le ultime note del suo pianoforte sono svanite mentre il Sindaco Moratti la ricordava come una delle voci più alte della letteratura contemporanea.

Donna e Psichiatra, Maga e Filosofa :  si è finalmente ricongiunta

La Poetessa di Milano
La Poetessa di Milano

ai suoi simili : poeti maledetti ed eterni .

Eva Vittoria Cammerino