Economia USA: disoccupazione da record

disoccupazione

Un po’ come quella italiana, l’economia statunitense non sta di certo brillando. Nel solo mese di ottobre sono stati persi 190.000 posti di lavoro, al contrario di quanto previsto in precedenza dagli economisti, il cui numero di aggirava attorno ai 175.000.

A settembre il tasso di disoccupazione era al 9,9%; ad ottobre è salito al 10,2% raggiungendo così i massimi mai toccati da 26 anni a questa parte. Sommando complessivamente i disoccupati, negli Stati Uniti si parla già di 16 milioni di senza lavoro. Ovviamente la notizia della disoccupazione Usa ha fatto precipitare gli indici delle Borse europee.

La recessione americana è cominciata nel dicembre del 2007 e fino ad oggi ha colpito 8milioni di posti di lavoro e, sempre nello stesso periodo, il tasso di disoccupazione è cresciuto del 5,3%.
Osservando i diversi settori di lavoro si può notare che nel settore manifatturiero sono stati persi 61.000 posti e lo stesso numero per il settore servizi che rappresenta il 70% dell’economia US.

Fortunatamente resta invariato il numero di lavoratori del settore pubblico, così come invariata resta la media di lavoro di 33 ore la settimana. Aumentano, anche se di poco, i salari orari che nello scorso mese hanno visto un amento dello 0,3% o 0,5% dollari.

Alessandra Battistini

Notizie Correlate

Commenta