Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica Santanchè: “Maometto poligamo e pedofilo”

Santanchè: “Maometto poligamo e pedofilo”

Nella trasmissione Domenica 5 si rischia il caos per la dichiarazione della leader del Movimento per l’Italia.

santanche01g

“Maometto per noi era poligamo e pedofilo perchè aveva nove mogli e l’ultima di 9 anni”. Questa la dichiarazione che nel corso di Domenica 5, trasmissione Mediaset diretta da Barbara D’urso, ha rischiato di far precipitare la situazione. L’argomento cardine della puntata riguardava la sentenza di Strasburgo della Corte europea per i diritti umani sui crocefissi nelle aule scolastiche. Oltre alla Santanchè, presente in trasmissione Ali Abu Schwaima, presidente del Centro Islamico di Milano e uno stranamente silensioso Vittorio Sgarbi.

Le parole tuonate contro il profeta dell’Islam scatenano il putiferio, un ragazzo arabo addirittura esce fuori dallo spazio dedicato al pubblico, ma essendo senza microfono non si capisce cosa ribatta; dal labiale sembra intendersi “non si deve permettere, lei è un incivile”. “Ecco l’ignoranza sua e di tutti quelli come lei, che non hanno altri argomenti per controbattere quel che dico” questa la risposta di Schwaima che aggiunge  “i musulmani non sono quelli che mettono le bombe”. Un botta e risposta dove i due, Santanchè e Schwaima, si accusavano ripetutamente di non lasciarsi parlare. In tutto questo, Vittorio Sgarbi se la rideva in silenzio.

Dopo la battaglia contro il burqa, ancora feroci polemiche contro l’islam da parte dell’ex alleata di Storace.   “Cristo per noi è uno dei cinque profeti maggiori e lo rispettiamo come il crocifisso, che, pur ritenendolo un falso storico, non chiediamo di toglierlo dalle scuole” con quest ultima frase del presidente del centro islamico di Milano, la D’urso è costretta a chiudere la diretta, lanciando un messaggio a trasmissione finita: “Un dibattito anche molto acceso deve sempre avere come limite il rispetto per le opinioni e le fedi di tutti».

Giuseppe Greco