Scajola: “Lavorare contro la crisi”

scajola_02

Il ministro Claudio Scajola si rivolge direttamente al premier Berlusconi proponendogli di avviare alcune iniziative per riuscire ad ostacolare e frenare la crisi; quali sono queste iniziative? L’idea è quella di intervenire su alcune aree industriali e sulla banda larga, in questo modo si potrebbe puntare alla creazione di oltre 60mila posti di lavoro. Proprio in merito alla banda larga è stato considerato che con 800 milioni di investimento, si otterrebbero 50mila posti di lavoro.

“Con 7,2 miliardi di euro di interscambio, siamo l’ottavo partner economico del Brasile, il secondo dell’Unione europea, visto che abbiamo recentemente superato la Francia. Ci sono 300 imprese italiane in Brasile. L’obiettivo è aumentare il numero di Pmi e l’area geografica di attività, anche fuori dall’asse San Paolo-Rio”, ha spiegato il ministro in un’intervista.

Scajola cerca di rivolgere l’attenzione verso i Mondiali di calcio e le Olimpiadi di Rio, che ovviamente richiedono colossali infrastrutture e servizi per i quali il Brasile ha stanziato decine di miliardi di dollari.

“Le nostre aziende sono in prima fila, forti dell’esperienza positiva delle Olimpiadi invernali di Torino e della presenza in Centro e Sud America delle nostre grandi imprese di costruzione”.

E parlando di Brasile, come si fa a non parlare di Cersare Battisti? Il ministro si dice ”convinto che i giudici brasiliani autorizzeranno l’estradizione di un terrorista assassino condannato all’ergastolo dai nostri tribunali per quattro omicidi”.

Alessandra Battistini

Notizie Correlate

Commenta