Home Sport Serie A, Posticipo 12esima Giornata: Inter-Roma 1-1

Serie A, Posticipo 12esima Giornata: Inter-Roma 1-1

inter roma

Bella prova dei giallorossi, che pur privi di molti uomini e con De Rossi costretto ad abbandonareil campo dopo pochi minuti a causa di uno scontro con Viera che gli costa la rottura dello zigomo, costringe al pari la capolista Inter. Queste le formazioni scese in campo a San Siro:

INTER (4-3-1-2): Julio Cesar; Maicon, Lucio, Samuel, Zanetti; Muntari, Vieira, T. Motta; Stankovic; Milito, Eto’o. A disposizione: Toldo, Materazzi, Chivu, Sneijder, Cambiasso, Mancini, Balotelli. All. Mourinho

ROMA (4-3-1-2):
Julio Sergio; Motta, Mexes, Andreolli, Riise; Brighi, De Rossi, Perrotta; Pizarro; Vucinic, Menez. A disposizione: Lobont, Cassetti, Cicinho, Faty, Tonetto, Okaka, Baptista. All. Ranieri

ARBITRO: Rocchi di Firenze

MARCATORI: 14′ Vucinic, 48′ Eto’o

NOTE: Faty per De Rossi, Sneijder per Muntari, Balotelli per Vieira, Cambiasso per Thiago Motta, Okaka per Vucinic, Tonetto per Menez

AMMONITI: Muntari, Menez, Thiago Motta, Stankovic, Pizarro

COMMENTO

Fin dalle prime battute la Roma mette in chiaro di non essere venuta a Milano per recitare il ruolo di vittima sacrificale e dopo soli 3′ i Capitolini si mangiano le mani, Menez serve con un bel passaggio filtrante Vucinic che davanti alla sua strada ha solamente Julio Cesar, il monetenegrino però temporeggia troppo dando modo a Lucio di riprendere terreno e sventare il pericolo, rammarico del clan giallorosso che però dieci minuti più tardi si tramuta in euforia, Motta dalla zona centrale del campo alza una sorta di campanile in direzione di Vucinic, Lucio non controlla al meglio l’attaccante permettendogli di colpire di testa, il pallone termina la sua traiettoria in rete, sorprendendo l’estremo difensore nerazzurro, grandissima marcatura di Mirko Vucinic.

L’Inter abbozza una reazione al 17′ con Milito che dall’interno dell’area piccola in posizione diagonale calcia a botta sicura ma Julio Sergio compie un grandissimo intervento, lasciando il risultato invariato. La Roma è costretta a sostituire De Rossi con Faty a seguito di uno scontro aereo con Patrick Viera che causa al capitano romanista una frattura dello zigomo,sarà necessaria un’operazione e si parla di circa 3 settimane di stop.

In campo l’Inter è tutt’altro che travolgente, ed anzi è la Roma ad andare vicina al raddoppio, grazie all’ennesima punizione conquistata dall’ottimo Menez che Riise calcia a lato di pochissimo, prima dell’intervallo, al 38′, c’è spazio per un tiro cross di Muntari prontamente respinto da Julio Sergio.

Nella ripresa Mourinho tira fuori Muntari (molto nervoso nei primi 45′ tanto da rimediarsi un cartellino giallo per proteste) per Sneijder e Viera per Balotelli, la Roma nei primi minuti compie lo stesso errore fatto nella gara di San Siro sponda rossonera, rintanandosi troppo nella propria trequarti e finendo per subire il gol al 48′, Andreolli rinvia su Thiago Motta che serve in area Eto’o, il camerunense si avvita su se stesso e fulmina Julio Sergio con un sinistro chirurgico, l’Inter sembra poter fare della Roma un boccone solo ma in realtà così non è, l’undici di Ranieri si riorganizza al meglio continuando a disputare una gara attenta ed ordinata, escono Vucinic e Menez per Tonetto ed Okaka e proprio quest’ultimo al 70′ semina il panico nella retroguardia meneghina sfuggendo di forza a 2 uomini trinagolando con un compagno di squadra e concludendo con un destro poco al lato di Julio Cesar. Risponde l’Inter qualche minuto più tardi, Snejider apre in maniera ottima per Balotelli ma l’attaccante strozza troppo il suo destro, sul quale neanche mIlito riesce ad arrivare in scivolata.

Dopo 3 minuti di recupero Rocchi fischia la fine del posticipo, Inter e Roma si spartiscono in maniera equa la posta in palio, con i giallorossi che abbandonano il terreno di gioco soddisfatti per la buona prova ed il punto ottenuto, Inter invece forse ancora frastornata dall’incredibile partita di Kiev, ora la Juventus è a – 5.

Simone Meloni