Home Cultura Progetto PAD, tutto il sapere in un click

Progetto PAD, tutto il sapere in un click

biblioteca digitale

La Rete è ormai diventata fonte inesauribile dei più vari documenti: testi, video, audio, file multimediali vengono giornalmente prodotti dai milioni di utenti del Web; ma questa impressionante mole di dati viene spesso conservata in maniera quantomeno precaria, col rischio potenziale di perdere tutto, in un futuro più o meno immediato: da questa considerazione nasce il progetto PAD, “Pavia Archivi Digitali”, patrocinato dall’Università lombarda nell’ambito dela Pavia University Press, la neonata casa editrice dell’Ateneo pavese. Scopo principale: creare un archivio di file e materiali digitali così da preservare l’attività e la produzione delle più eminenti personalità della cultura dell’ultimo periodo.
Va da sè che con la graduale scomparsa del cartaceo, preziose testimonianze della nostra civiltà e dei nostri tempi saranno affidate esclusivamente a internet e alle tecnologie digitali: da qua la necessità di porre una regolazione a questo processo e di ordinare in modo da garantirne la conservazione nel tempo e quindi il successivo studio, le ‘memorie’ dei grandi del ‘900 italiano.

Giorgio Piccitto