Riforma della giustizia: via ai processi brevi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:20

fini-berlusconi--324x230L’incontro di ieri tra il premier Silvio Berlusconi e il presidente della Camera Gianfranco Fini ha avuto come focus la riforma della giustizia.

Dopo due ore di dialogo, si è optato per la via del compromesso. Il no deciso di Fini ha fatto saltare la prescrizione breve dei reati, ma con un disegno di legge che verrà presentato già oggi in Parlamento, parte la creazione del processo celere per i reati con pene non superiori ai dieci anni.

Viene così limitata la durata massima dei processi per i reati meno gravi a sei anni, se il colpevole è incensurato e nello specifico a due anni in primo grado, due anni in appello e altri due anni in Cassazione.

La maggioranza inizia quindi a lavorare in questo senso, mentre tra l’opposizione Bersani, segretario del PD, ha assunto una posizione interlocutoria.

Casini si è dichiarato disposto a dialogare.

Domenica Nolè