“Saviano non è un eroe” Attacco del sindacato di polizia

saviano

Roberto Saviano non è un eroe, al contrario dei poliziotti che stanno tutti i giorni in prima linea sul campo. Saviano ha certamente avuto il coraggio di dire cio’ che tutti sapevano ma che non avevano mai messo per iscritto. Di questo gli va dato atto. La lotta al clan è un’altra cosa”. Queste le parole di Nicola Tanzi, segretario generale del Sap, sindacato autonomo di polizia, ospite di Klaus Davi nel programma che quest ultimo diffonde tramite youtube.

La lotta alla camorra non si fa col varietà, con le luci abbaglianti degli studi televisivi e le paillettes di prima serata , ne’ l’impegno antimafia ha bisogno di showman. La vera lotta si svolge in trincea ed e’ sostenuta giorno per giorno da migliaia di poliziotti e di appartenenti alle forze dell’ordine che sul campo contrastano il crimine organizzato”. Con queste dichiarazioni Tanzi sostiene che Saviano fa quel che fa legittimamente per il coraggio che ha avuto e perchè di mestiere fa lo scrittore quindi ha anche bisogno di pubblicità, ma è del tutto diverso dalla vita di un carabiniere che ogni giorno cerca di smuovere le coscienze della gente in materia di camorra. Il segretario del Sap aggiunge inoltre, che nessuno di loro fa del vittimismo e lo stato dovrebbe avere più cura della dignità e dell’impegno che le forze dell’ordine mettono quotidianamente nel fronteggiare la criminalità.

“Sarebbe opportuna una giornata per ricordare i martiri servitori dello Stato. Una giornata che si esplichi attraverso programmi d’informazione, ma anche fiction, perche’ no, che raccontino la storia degli oltre 120 deceduti e 5.000 feriti che negli ultimi 20 anni hanno sacrificato la loro vita per difendere la legalità.”

Giuseppe Greco

Notizie Correlate

Commenta